Il matrimonio nel mondo

Ad ogni cultura le sue usanze. Mossi dalla curiosità di conoscere ancora più approfonditamente il nostro mondo, abbiamo selezionato per voi i riti più interessanti, romantici e curiosi collegati al giorno del matrimonio.

In India l’Hennè

La notte prima del matrimonio, la sposa insieme alle donne della famiglia, si riuniscono per celebrare il suddetto “Mehndi“: una particolare cerimonia durante la quale alla futura sposa vengono decorati mani e piedi con l’hennè.

I disegni riportati sono tipici della cultura indiana e simboleggiano la gioia, la bellezza e il risveglio spirituale.

In Australia la ciotola dell’unità

Per simboleggiare l’unione delle due famiglie, in Australia ad ogni matrimonio non può assolutamente mancare la “Unity Bowl“. Il procedimento è semplice: ogni membro delle rispettive famiglie è tenuto ad inserire un sassolino all’interno della ciotola dell’unità per simboleggiare la fusione dei due nuclei in un unica realtà più numerosa.

In Germania il ceppo di legno

Sicuramente questa tradizione tedesca è molto lontana dal poter essere definita romantica e sentimentale, ma ha comunque un significato molto profondo. Appena dopo la cerimonia in chiesa, gli sposi devono riuscire ad unire le loro forze e a coordinare i loro movimenti per tagliare di netto un ceppo di legno.

Rappresenta il superamento delle difficoltà (rappresentate appunto dal ceppo) da parte della coppia attraverso l’impegno e lo sforzo congiunto.

In Sud Africa il rito del fuoco

In Sud Africa la celebrazione del matrimonio inizia con il “rito del fuoco” ovvero i genitori di entrambi gli sposi devono consegnare ai figli una fiammella che proviene dalla casa natale.  Questo gesto simboleggia l’amore e la passione che ha sempre tenuto saldamente insieme i genitori e che vengono consegnati ai figli in segno di benedizione e buon auspicio.

In Cina la cerimonia del tè

Subito dopo il matrimonio, in Cina si celebra la “cerimonia del tè”. Il rito consiste nel preparare e servire la bevanda, seguendo le fasi della tradizione popolare, alla famiglia dello sposo in segno di rispetto. Una volta servito e sorseggiato molto lentamente, la giovane coppia riceve un regalo chiamato “aka”, il done più importante e significativo di tutto il matrimonio.

Oggi sono sempre più numerose le coppie che scelgono di ospitare per la cerimonia del tè anche i genitori della sposa, modificando così leggermente la tradizione originaria.

In Giappone la degustazione del Sakè

Durante il rito del San San Kudo, la sposa e lo sposo devono sorseggiare per tre volte il Sakè contenuto in tre tasse in modo sequenziale. Il tre in Giappone è considerato un numero molto fortunato e indica le tre componenti del matrimonio perfetto: amore, saggezza e felicità. Questo rito sarebbe di buon auspicio per la giovane coppia.

In Pakistan la ghirlanda per lo sposo

Ebbene si, in Pakistan è lo sposo a ricevere una bella ghirlanda di fiori fresa dalla famiglia della sposa.

La consegna deve avvenire la mattina stessa del matrimonio, possibilmente prima della cerimonia ufficiale.

P.S.

Mentre spulciavamo il web alla ricerca delle usanze più curiose collegate al matrimonio, abbiamo spesso trovato riferimenti anche alla tradizione italiana. Purtroppo però non sempre le informazioni riportate nei vari Blog corrispondevano alla realtà dei fatti. 

Quindi vorremmo:

  1. Tranquillizzare i lettori di altre culture precisando che non maltrattiamo i nostri sposi lapidandoli con i confetti all’uscita della chiesa. In realtà lanciamo del leggero riso. 
  2. Incoraggiarvi a commentare con delle precisazioni nel caso in cui trovaste inesattezze nel nostro articolo. O in alternativa potreste arricchire ulteriormente l’elenco citandone alcune voi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *